Raido

Benvenuti, Entra

Produttori

Entra nel sito della Comunità militante raido Seguici su facebookSfoglia il nostro catalogo

Primo schema costituzionale per uno Stato dell'Ordine Nuovo

Primo schema costituzionale per uno Stato dell'Ordine Nuovo

[Riedizione] Documenti per il Fronte della Tradizione - Fascicolo n. 9.

Maggiori dettagli


4,00 € tasse incl.

Disponibile in più di 7 giorni

( Raido )


Documenti per il Fronte della Tradizione - Fascicolo n. 9

di A. Romualdi, R. Sermont, con introduzione di P. Rauti

75 pp.

Riedizione, sotto una nuova veste, del fascicolo n.9, racchiuso per la prima volta in una speciale collana: "Soldato Politico".


Questo schema costituzionale, redatto e commentato da Rutilio Sermonti, fu pubblicato nel 1970 sul secondo numero della rivista Ordine Nuovo. Pur apparendo, a primo impatto, una lettura ostica, data la sua forma schematica e la sua terminologia giuridica, lo scritto in questione sollecita riflessioni di non poco conto. I riferimenti ai valori ed ai principi tradizionali affiorano continuamente nelle “dichiarazioni” che compongono questo schema costituzionale. Il principio della gerarchia, presupposto fondamentale di una società tradizionale, è anche il presupposto dello Stato dell’Ordine Nuovo che Rutilio Sermonti ipotizza, e questo Sato “ha il dovere di garantire l’ordinato sviluppo spirituale, sociale, economico e tecnico dei suoi cittadini”.
Allo scritto di Sermonti, fa seguito la risposta e l’arricchimento da parte di Adriano romunaldi, il quale sul numero tre di Ordine Nuovo chiese di pubblicare la stesura di un suo documento dal contenuto analogo.
Riproponendo questi scritti, a distanza di anni, vogliamo testimoniare l’importanza che ancora riveste per tutto l’ambiante tradizionale il discorso di Stato.
È bene però ricordare a quanti oggi svolgono la loro azione sul piano politico, che ciò che veramente conta ed è essenziale è la formazione di “Uomini Nuovi”.
Già Julius Evola in Orientamenti affermava a questo riguardo:”… se uno stato possedesse un sistema politico o sociale che in teoria valesse come il più perfetto ma la sostanza umana fosse tarata, ebbene, quello Stato scenderebbe prima o poi a livello delle società più basse, mentre un popolo, una razza capace di produrre uomini veri, uomini dal giusto sentire e dal sicuro istinto, raggiungerebbe un alto livello di civiltà e si terrebbe in piedi di fronte alle prove più calamitose anche se il suo sistema politico fosse manchevole e imperfetto”.

Cerca

Carrello  

Nessun prodotto

Totale 0,00 €

Check out

Raido