Raido è una comunità militante di ispirazione tradizionale.

Nata a Roma il 21 aprile 1995, Raido fonda la propria identità, il proprio metodo e i propri obiettivi sul trinomio Tradizione Formazione Rivoluzione.

La Tradizione, che ne è il punto di riferimento, «è, nella sua essenza, qualcosa di metastorico e, in pari tempo, di dinamico: è una forza (…) che agisce lungo le generazioni, in continuità di spirito e di ispirazione, attraverso istituzioni, leggi, ordinamenti che possono anche presentare una notevole varietà e diversità»; sono Princìpi universali, di ordine spirituale, attivi ed operanti nel mondo, che si traducono nella Verità e nella Giustizia, nel sacrificio, nell’onore e nella fedeltà, resi visibili dall’azione e dall’esempio dell’uomo, non la collezione di usi e costumi.

La Formazione è il costante lavoro che ogni militante di Raido compie su di sé, è incarnare e attualizzare i Princìpi della Tradizione negando il proprio individualismo. La Formazione è prima dei programmi politici, non è la lettura dei libri o l’intellettualismo, ma è la pratica della Virtù, è “conoscere se stessi” per “essere se stessi”, è il confronto con le prove della vita, è vivere la vita come una milizia, è, in definitiva, essere esempio.

La Rivoluzione può essere esteriore, diretta al cambiamento della struttura politica e sociale di uno Stato, ma è soprattutto interiore: un rivolgimento radicale che avviene nel cuore e nell’anima, la radicale negazione dell’individualismo compiendo il proprio dovere a servizio dell’Idea e della comunità. Rivoluzione non è la ribellione del delinquente o dello sbandato, dell’anarchico o dell’emarginato, ma è l’agire del guerriero che affronta la vita, il radicale cambiamento interiore che è l’unica base per il cambiamento dello stato delle cose.

Raido, dunque, è una scuola di Formazione, alla luce della Tradizione, per la Rivoluzione.

Essere militante di Raido significa vivere l’intera propria giornata in tensione, ricercando sempre, in ogni momento e con chiunque, la Verità e la Giustizia, vivendo e agendo esclusivamente Lealtà, Onore, Fedeltà, Coraggio, rendendo la propria vita un perpetuo Sacrificio: compiere sempre ciò che è Giusto, dimenticando il proprio vantaggio, con amore, dono e dedizione.

Per lanciare sul campo la propria sfida al mondo moderno, per essere punto di riferimento e fortezza salda, da ormai oltre venticinque anni, Raido  è attiva su numerosi fronti: presso la propria Sede sono aperti al pubblico una struttura libraria all’avanguardia – la Libreria Cinabro, nata dalla sinergia con Cinabro Edizioni –, ove è possibile trovare testi di cultura tradizionale, teoria, politica, economia, letteratura e attualità, e il Bar Scirè; Raido inoltre organizza gruppi di studio e formazione militante, allenamenti pugilistici e di sport da combattimento, escursioni, tramite il Gruppo Escursionistico Orientamenti; ma Raido è anche testimonianza musicale, tramite i progetti “Imperivm”, in elettrico, e “La Vecchia Sezione“, in acustico.

Il contributo politico-culturale di Raido è completato dalla produzione editoriale, in cui rientra una nutrita collezione di fascicoli e i tre quaderni per la formazione del militante, e dai numerosi conferenze, convegni e concerti organizzati in tutta Italia.

Parte integrante di Raido è il Cuib Femminile, che contribuisce attivamente tramite contributi culturali ed artigianali  (“Artifex”).

Cosa significa il nostro simbolo?

«La vita come un arco, l’anima come una freccia, lo Spirito Assoluto come bersaglio da trapassare. Unirsi con questo Spirito come una freccia scoccata si conficca nel suo bersaglio» (Markandedeya-Purana, XLII, 7)